Gio_castellana_simona-ardito_7B

GIOSADA, vincitore di X Factor 2015, lancia il format Nowhere Stage

7 giugno 2016

Il vincitore di X Factor 2015 in esclusiva su Vevo

GIOSADA lancia il format Nowhere Stage

“Ogni posto è un palco da condividere”

La prima puntata nelle Grotte di Castellana, meraviglia di Puglia.

Gio_castellana_foto-di-simona-ardito_1BDopo aver conquistato il disco d’oro con il suo primo singolo, Il rimpianto di te, e in attesa della pubblicazione del suo nuovo album prevista per il prossimo autunno, Giosada, vincitore di X Factor 15, lancia attraverso il canale Vevo il format “Nowhere Stage”: Giò e la sua band, i BariSmoothSquad, andranno alla ricerca di location inedite, urbane, posti abbandonati e dismessi o normalmente non aperti al pubblico per allestire piccoli live, anche acustici, con ospiti d’eccezione.

Nowhere Stage nasce dall’idea che la musica può arrivare ovunque, specialmente nei luoghi che non sono pensati o strutturati per accoglierla, ma possono rivelare preziose scoperte. Per Giosada, “ogni posto è un palco da condividere”.

La prima puntata di Nowhere Stage si svolge nelle Grotte di Castellana dove Giosada e i BariSmoothSquad (Alberto Bovino alla chitarra solista, Roberto Calabrese al basso, David Campanella alla batteria, Sandro di Lella alla seconda chitarra) hanno scelto di interpretare un brano molto intenso e intimo: Come Away With Me di Norah Jones.

Palcoscenico della performance è stata La Grave, la grotta più grande del complesso e l’unica collegata all’esterno da una cavità che si spalanca sul centro della caverna, a 60 metri di profondità. A causa delle particolari e delicate formazioni carsiche che caratterizzano queste grotte, di rado vengono ospitati eventi musicali. Giosada, infatti, è stato uno dei pochi artisti rock ad avere la possibilità di esibirvisi.

L’ospite d’eccezione di questa puntata è Raffaele Stellacci, tastierista dei Fabryka, band barese già nota nel panorama indie internazionale. Per l’occasione Raffaele accompagna i BSS con il theremin, il più antico strumento conosciuto che non preveda il contatto fisico dell’esecutore con lo strumento, dal caratteristico suono simile a un violino, creato da Léon Theremin agli inizi del ’900.

Note biografiche:

Figlio di un musicista e di una danzatrice, Giosada viene incoraggiato a sviluppare una propria personalità artistica fin da bambino. Il background familiare di contaminazione tra le arti lo porta da subito a espandere le proprie potenzialità artistiche in diverse direzioni: è musicista, cantautore, compositore, attore, perfino youtuber, in contesti del tutto diversi ma sempre mantenendo il proprio tocco personale e caratteristico.

Musicalmente, Giò cresce nel panorama dell’underground indipendente punk hardcore, formandosi una solida esperienza di palco e una forte consapevolezza della propria identità live. Con i Waiting For Better Days e i BariSmoothSquad gira in furgone l’Italia e l’Europa, con più 300 date live su ogni tipo di palco, da quelli dei grandi festival europei fino ai piccoli club, ai centri sociali, agli squat.

Nel 2015 partecipa a X-Factor Italia, vincendo. Nonostante il contesto del tutto anomalo rispetto al suo background, Giò porta all’interno del programma televisivo tutta la sua personalità e il suo mondo. Il Giosada hardcore non si ammorbidisce per costruire un personaggio più gradevole al grande pubblico, ma diventa il mezzo con cui un’intera scena underground irrompe nel mainstream, portando il pubblico idealmente con sé in sale prova umide e tour disagevoli in furgone in giro per l’Europa.

Oggi Giosada è un musicista curioso e propositivo, che non ha paura di mettersi in gioco e contaminarsi alla ricerca di stimoli artistici sempre nuovi; in più, ha una diversa consapevolezza di se stesso e della propria musica, data dal contatto e dal supporto del grande pubblico.

Fonte: http://www.sonymusic.it/